WikiKulture
Advertisement

MGL Valentini nel 2013 a Bagnara di Romagna, durante la presentazione de "Il Condottiero"

Monica Maria Giovanna Lucrezia Valentini nasce a Nettuno il 12 novembre del 1964. Si trasferisce a Roma all'età di due anni dove consegue il diploma di ragioneria e dove tuttora vive. È una scrittrice emergente.

La Storia secondo MGL Valentini, o più semplicemente la Storia[]

Per capire Monica Valentini scrittrice occorre capire la Monica Valentini storica. Amante della verità con la "V" maiuscola, quella indiscutibile, talvolta incompleta per mancanza di documenti e/o testimonianze, quella in cui non c'è un'interpretazione scolastico/sociale e dove i fatti regnano sovrani scritti nella linea temporale dell'umanità. Non c'è mai un'opinione personale dell'autrice nei fatti realmente accaduti e narrati, poiché come tali sono indiscutibili.

Spicca tra le righe dei suoi romanzi anche la voglia di trasmettere il momento storico in tutto il suo crudo splendore: dalla ferocia delle battaglie al rispetto per il nemico, dall'arte della guerra al ruolo dominante della Chiesa, dalla cultura dell'epoca alle usanze, il tutto per poter dare un volto alla Storia svincolato dall'ipocrisia o dall'ignoranza di chi non giudica gli eventi rispetto al momento in cui sono avvenuti.

Ecco perché tutti i personaggi realmente esistiti e accuratamente descritti dall'autrice quasi rivendicano la loro figura e cercano una rivalutazione nei confronti di chi, per anni, li ha etichettati come assassini o tiranni.

Cenni biografici[]

Monica Maria Giovanna Lucrezia Valentini, più brevemente MGL Valentini, vive a Roma con il marito, il figlio e una gatta, ma nasce a Nettuno, teatro dello sbarco alleato del 1944 e da piccola giocava nel cimitero americano. Da brava nettunese adora il baseball, sport che il figlio ha praticato per nove anni. Ama da sempre il Giappone, ha una cognata giapponese e un nipote italo nipponico.

È cresciuta, unica femmina, in mezzo a comitive di ragazzi e forse per questo si sente un maschiaccio mancato. Non è un caso che per anni ha praticato judō, sport a lei più congeniale rispetto alla danza classica verso la quale l’aveva indirizzata sua madre. Di sé dice che quando Dio distribuiva la femminilità, lei era intenta a indossare catene e lucchetti da brava metallara. Da ragazzina scopre la passione per la Formula 1, tanto da correre sui go-kart, con gran disperazione del padre.

Sarebbe lungo l’elenco delle sue passioni, ma una su tutte è la Storia, che l’ha portata a diventare un arciere medievale.

Il primo romanzo pubblicato, Cristalli, lo ha scritto a diciannove anni e da allora non si è più fermata.

Pubblica romanzi a tema LGBT con lo pseudonimo di Myrddin Emrys.

Le opere[]

Cristalli: è la sua prima opera, scritta quando non aveva ancora compiuto diciannove anni, ispirata al forte legame tra Lucrezia Borgia e suo fratello Cesare, dalla quale la Valentini è affascinata. Il romanzo è ambientato negli anni '70 del ventesimo secolo, in un quartiere dominato dalla criminalità e dal carattere carismatico di Siegfried, personaggio che riesce a convogliare magicamente verso di sé due sentimenti così contrastanti come odio e amore.

Il condottiero: è forse l'opera che più di tutte la rappresenta, non tanto come romanzo storico in sé, poiché ne scriverà altri di pregevole fattura, ma perché è la biografia del suo personaggio preferito: Cesare Borgia. Qui trapela la sua filosofia di scrittrice di romanzi storici e la sua voglia di trasmettere la verità storica incastonandola in un diadema romanzato e fruibile anche ai non avvezzi al genere.

Principe delle tenebre: questa biografia è una sorta di rivendicazione di un personaggio al quale la Storia non ha riconosciuto la giusta importanza: Manfredi di Svevia.

Agemina: ambientato nel XIII secolo, è il primo vero romanzo storico e non più una biografia, in cui traspare la voglia di raccontare eventi reali, magari tediosi se appresi in maniera diversa, inserendoli come sfondo per i personaggi sapientemente curati dall'autrice. Il romanzo è stato selezionato e scelto da ExtraVergine d'Autore.

I cavalieri del Principe Nero: lo sfondo di questo romanzo è la Guerra dei Cento Anni, i personaggi principali sono tre e vivono vite parallele, ognuno alle prese con le molteplici difficoltà di un periodo in cui l'intera Europa sarà sconvolta. Il romanzo è stato selezionato e scelto da ExtraVergine d'Autore.

Roma vista da me: cosa chiedereste ai personaggi che hanno fatto la Storia di Roma se aveste l'opportunità di incontrarli anche solo per pochi istanti? Quali curiosità vorreste togliervi? O quali verità vorreste sapere da chi ha vissuto momenti immortali della Città Eterna? La Valentini ha intervistato questi personaggi per i lettori e ha riportato il tutto con la sua solita bravura.

Come convivere con uno sport sconosciuto: questo racconto umoristico narra le vicende di una normale famiglia italiana, ancorata alle radici sportive calcistiche ormai radicate nel Bel Paese, che si trova davanti allo sconosciuto e misterioso baseball.

E il mondo non fu più lo stesso: è una breve descrizione degli eventi che precedettero lo scoppio della Grande Guerra.

Come un lampo nel buio: un romanzo d'amore tra due giovani che si incontrano a Cambridge, dove studiano. Siamo nel 1902 e gli amori gay erano punibili con il carcere. Ma non sempre quello che si legge corrisponde a realtà e all'improvviso lo scenario cambia. Il romanzo è stato ripubblicato con lo pseudonimo di Myrddin Emrys.

Opera omnia[]

Opera omnia come Myrddin Emrys[]

Valentini Books[]

La Valentini Books nasce nel 2021 dall'unione della Nikka Graphics (designer di MGL Valentini, Francesco Grimandi, Angela Iezzi e Valter Cioeta), della Niji Graphics (designer di Myrddin Emrys, Shin Hayden e Shorya) e di MGL Valentini. La Valentini Books non ha scopo di lucro.

Voci correlate[]

Collegamenti esterni[]

Advertisement